Ispirazioni, Poesie, Visioni

E posso di nuovo essere…

È cambiato tutto quel giorno
Jewish Museum
ripristino di me stesso
le lacrime giudaiche
il ritorno
alla ricerca del messia
tutte le religioni
che si fanno una
e ritrovare me stesso
quel museo che mai avrei voluto
visitare
quandoe ero qui
e tutta l’anima che si smuoveva
tra quei luoghi
alla Neue Synagoge
al Jewish Museum
ritrovare me stesso
in un pianto
all’aeroporto di Schoenefeld
verso il tempio
era tutto lì
e non me ne rendevo conto
un viaggio
che è stato ed è un viaggio nell’anima
dove c’è tutto
seconda guerra mondiale
shoah
guerra fredda
medio oriente
e le puttane dei bordelli
che non ho voluto visitare
vedere ora lo schifo
e non voler più
fare il barbone
dopo quello che ho visto
non degradarsi più
non perdermi più in me stesso
come i primi giorni
quando ero tormentato
da chi ero
basta fare il barbone
di voler essere per forza
nella classe popolare
vivi nelle case popolari?
Mi chiedevano
una volta
no!
e sono stufo dello schifo
perdersi verso quella direzione
e ritrovarsi
il tempio
che le parole registrate di ieri
di rabbì C.
erano più rivelatorie
di qualsiasi altra cosa
dopo il Jewish Museum
dopo la Neue Synagoge
ritrovare me stesso
e non lo schifo
non la barbonaggine
che non mi va più di mangiare
in posti schifosi
tra gente
che non capisce niente
non mi va più di lavorare tra i trogloditi
di sentire discorsi che non stanno in piedi
puntare in alto
come quel giovane
che apriva le porte
al Jewish Museum
e dimenticare le porte di Babilonia
di quelle due ragazze
che ora invece si mostrano
tra tutta quella gente
turisti
al Pergamon Museum
viaggio dell’anima
anche all’Altes Museum
tra quei quadri
ogni quadro un ricordo
Segantini e il ritorno al villaggio
dopo un funerale
le lacrime
le donne
e quadri erotici
l’icona del salvatore
in me
che salvava ogni cosa
e le lingue
le parole
come quelle della giovane ragazza olandese
le parole che salvano
le immagini
le icone
e un salvatore che ora si rivela
e non mi fa più impazzire
viaggio dell’anima
in una città dell’anima
che vive ancora in me
che se solo sapessi bene il tedesco
se solo avessi un lavoro
là ci vivrei
lontano dai miei
da questa periferia
che ogni periferia è meglio di qua
come là in albergo
se non fosse che stamattina
facevo la mia camminata
solo per fermarmi
nella chiesa
e inginocchiarmi
davanti alla trasfigurazione
in una chiesa di periferia
turista dell’anima
anche nei paesi più dimenticati da Dio
e viaggia ancora la mia anima
che per un po’ non avrò più bisogno di niente
di nessuno
se non perdermi
nel me stesso ritrovato
viaggio dell’anima
che serviva
ad ogni cosa
città splendida
dei ricordi dei fantasmi
dei traumi comuni
e dei traumi personali
risanati
svetta ora solo il salvatore
in me
al di là di ogni storia e metastoria
e non temo più niente
non temo più nessuno
la follia di una volta
è andata
via
che vedere altre immagini
non mi fa niente
l’arte che salva
la cultura
le lingue
che sono davvero io
con tutte le mie religioni
e non nessun altro
aspetterò ancora
prima di sentirmi
con chi mi segue
non ce n’è bisogno
è ancora tempo di riposo
e di incorporare
questa vacanza
dimenticare lo schifo
e la follia
là dove l’arte
la cultura
le religioni
salvano
e mi perdo e mi perdo
solo per ritrovare me stesso
ripristino dell’anima
dannata
che ora si accorge essere salvata
e non mi va più di sentire e vedere lo schifo
accorgersi ora
delle differenze
di questo mondo
non è tutto uguale
indifferente
interscambiabile
ci sono livelli e livelli di umanità
e di modi d’essere
ero stanco dello schifo
ed è ora del ritorno…
wanderlust
icone
centri giudaici
e musei
che salvano
per ritrovare me stesso
per essere di nuovo
me stesso
e non più disperso
tra mille identità
e personalità
il ritorno…
il ripristino…
wanderlust
icone
centri giudaici
musei
che salvano
e mi perdo nell’orizzonte
un punto di fuga
dove si essenzia
il mio essere
il tempio
ritrovato
il salvatore
un viaggio dell’anima
che rivive ancora in me
quadri infiniti
arte infinita
e posso di nuovo essere…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s