Pensieri liberi, Visioni

Nella liberazione della pura luce bianca…

Bianco, il colore della liberazione, dopo le vesti nere da penitenza e da viaggio negli inferi, bianca, la luce che vedevo alla fine del tunnel, di pensieri e sensazioni andate in tilt, giri in chiesa per una pasqua che non significa niente, la caduta del tempo verso l’eternità, le giuste sure che risuonavano in me, il ricordo di imam so, il tempio, la preghiera, stare lì, sullo spiazzo del magazzino, a viaggiare con la mente al di là dei pensieri andati in tilt, il tempio verso cui orientarsi e i pensieri che si liberavano nell’aria, oltre i ricordi di ieri con gli amici a chiacchierare, come veri amici, in tutta tranquillità dopo tanto tempo, bianca, la luce che mi permetteva di andare oltre Ana, sua sorella, la nuova shqiptare, oltre tutti i ricordi di sempre, quelli dell’inizio, dei tempi con Katia, i ricordi di allora e di sempre, al di là di tutte le fedi, principio inconoscibile di purificazione, al di là delle feste e dei sacrifici e delle icone, gettare via le vesti nere da penitenza e da pesantezza dell’anima, liberarsi verso un giorno che non si sa quando sarà e smetterla di raccontarsi i tilt dell’anima, cercare soluzioni psicanalitiche e teologiche, deliri religiosi e psicanalitici, che non portano da nessuna parte, e ti fanno solo racchiudere in te, liberarsi, là fuori, il mondo intero, il tempio e il mondo là fuori, non più sigillato dentro di me, la liberazione dell’anima, e Ana che non si sa quando sarà e poco importa, si libera l’anima con la prossima uscita che sarà con gli amici, fine settimana, si libera l’anima ancora in Albania, dove non si capisce quale sia la fede, ortodossa, islamica, cattolica e forse nessuna, forse solo le forze dell’eros e del thanatos che si disperdono tra colori e luci varie, solo per darmi una bianca luce che tutto illumina e non mi fa più pensare ai giri dell’anima di ieri, con quella lingua tedesca che stava esagerando, quel pc che mi stava consumando, internet e la sensazione di chiusura in quattro mura e di più, no! Là fuori, con gli amici, con i colleghi, il mondo là fuori, il tempio, che porta tutto al di là del tempo e dello spazio, la liberazione, le frasi che non sono più da dire, attendere la liberazione e trovarla e sentirsi da dio… andare a comprare vestiti bianchi che da tempo cercavo, vesti da quattro soldi, un bel risparmio, oltre i prezzi assurdi che mi dicevano in altri negozi di marca, trovare l’arte in questa moda, in questi colori, il modo di esprimere se stessi e di liberarsi, di andare oltre le vesti nere, le insonnie, i strani giri dell’anima che ultimamente avevano flirtato troppo con l’ortodossia e la penitenza e il senso di errore, liberarsi, liberarsi nella luce bianca e non pensare più nemmeno ai possibili lavori come traduttore, come interprete, che quella compagna mi proponeva nei suoi gruppi di Facebook, la primavera che arriva, lo strano sentire, il tempo che non si sa quando fa freddo, quando piove, quando c’è il sole, il solito tempo impazzito dell’inizio di primavera, una pasqua che non sento più, al di là di tutte le festività religiose, oltre ogni festa, oltre ogni religione strutturata, la pura spiritualità della luce bianca… e attendere, attendere ancora, quando forse ci sarà Ana, quando non ci sarà, poco importa, andare avanti senza, senza obblighi di lavorare, di tradurre, di sapere, di tenersi informati, di leggere per forza cose che non mi vanno, il pure sentire la luce bianca senza far niente, non lavorare troppo, non studiare troppo, non pensare troppo, non desiderare troppo quelle ragazze, la liberazione della pura luce bianca… dei diari che non hanno più senso, così come le parole, il senso della temporalità, un mondo che finisce e si libera nella luce bianca, me stesso liberato, nella liberazione della pura luce bianca…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s